E tu, scrittore, leggi?

 

 

open-book-1428428_640

Prima di essere scrittore, non è un luogo comune, si dovrebbe leggere… tanto, di tutto.
Sì, davvero di tutto! Anche gli ingredienti dei biscotti, pure ciò che c’è nel detersivo.
No, credetemi, non vi sto prendendo in giro: leggere anche le cose che vi sembrano inutili, perché vi possono aiutare su molti frangenti.
Uno tra i più importanti è la punteggiatura.
«Ma se scrivo libri, a che mi serve una lista di ingredienti dei biscotti?» mi chiederete.
Per saperne scrivere nei libri, e può succedere che dobbiate farlo!
Oltre a questo, leggete tanti libri – spingendovi magari anche nei generi che non ritenete a voi congeniali – perché potreste avere una folgorazione e innamorarvi di qualche categoria che prima snobbavate, ma anche giornali e riviste.
Perché, prima di essere scrittori, si deve essere dei lettori onnivori.